Youtube per ascoltare musica: la sorgente preferita dai teens

Youtube per ascoltare musica: la sorgente preferita dai teens
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

youtube musica ascoltare

Ascoltare musica da Youtube è diventata la prassi per la maggior parte dei teens ossia degli adolescenti fino a 19 anni. E’ quanto emerge dall’ultima indagine avanzata da Nielsen che ha intervistato 3000 giovanissimi chiedendo quale fosse la sorgente preferita per ascoltare i nuovi brani online. La risposta più gettonata è stata Youtube, che ha letteralmente sbaragliato la concorrenza con oltre il 66% delle preferenze: logico, è gratuito e le pagine degli artisti caricano gli ultimi singoli non appena vengono ufficializzati. Se poi si contano anche tutti i video “non ufficiali” il conto è presto fatto. Il 56% ha selezionato la radio, il 53% iTunes e il 50% i cari e vecchi CD. Intanto qualche giorno fa è scattato l’allarme: scaricare musica da Youtube (altra pratica assai diffusa) potrebbe essere presto considerato illegale.

YouTube è nei guai e sembra che Google, proprietaria del video social network, voglia scendere a patti con le case discografiche. Ecco allora che da Mountain View sono partite le diffide nei confronti di quei siti Web che permettono di scaricare, seppur a qualità non particolarmente alta, la musica direttamente dai video di YouTube. Secondo la Grande G questa pratica violerebbe i termini di utilizzo del sito. Ovviamente questa diatriba si inserisce ancora una volta nell’annosa questione della circolazione della musica su Internet. Occorre partire da un concetto fondamentale, ovvero che il copyright esiste e anche se si può discutere sui criteri di gestione, comunque si tratta di una legge che occorre rispettare. Questo perché in fondo protegge anche i diritti di quei gruppi musicali che in realtà non guadagnano i milioni di dollari, ma suonano solamente per passione. Se sia legittimo o meno, però, scaricare la musica estraendola da un video presente sul più famoso video social network del mondo non è ancora chiaro. Google, però, avrebbe deciso di assecondare i voleri delle grandi major del settore, mandando una lettera di diffida a YouTube-Mp3.org e Music-Clips.net, i due maggiori siti Web che offrono strumenti per estrarre il sonoro da YouTube.

Ovviamente si tratta di una minaccia piuttosto pesante, in quanto se un’azienda del calibro di Google decide di muoversi per vie legali, sono tempi amari per tutti. I gestori di YouTube-Mp3.org, però, non si sono lasciati impaurire. Il fondatore ha rilasciato un’intervista al sito Torrent Freak, affermando che Google non avrebbe il diritto di ignorare il volere di ben 200 milioni di utenti che ritengono utile il sito e il servizio che offre. Lo stesso fondatore avrebbe affermato di aver spedito un’email ai responsabili di Mountain View, richiedendo un confronto faccia a faccia sulla questione, ma la missiva sarebbe rimasta senza risposta.

Secondo la diffida di Google, i siti in questione avrebbero sette giorni di tempo per eliminare i servizi ritenuti lesivi delle condizioni di utilizzo dal loro sito, altrimenti arriverebbe il momento di procedere per vie legali. CI aspettiamo che nei prossimi giorni nasca un piccolo caso, che vedrà da una parte coloro che si uniscono sotto il motto latino “dura lex, sed lex” e dall’altra i difensori della libertà assoluta sul Web, che ritengono qualsiasi tentativo di legge e di regolamentazione come un’attentato alla libertà di parola. Voi lettori cosa ne pensate? Questa mossa di Google è solamente orientata alla protezione dei suoi giusti interessi (tenendo conto che il sito non ha mai previsto strumenti per il download dei contenuti) oppure è solo l’ennesimo attentato alla libertà di parola garantita nel mondo digitale?

632

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Lun 20/08/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2006-2012 Trilud S.p.A. - P.I: 13059540156 - Tecnozoom, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata al Tribunale di Milano n. 314/08

rss